L’angolo verde di Rita, Martina e Samuele

18 agosto 2017
inpiazzetta-rovigo-05062017-3751_av-1200x800.jpg

Per un’identità di gruppo

Serve costruire un’identità di gruppo, passare dalla fidelizzazione al singolo negozio all’essere fedeli alla Piazzetta.

Samuele ha le idee ben chiare riguardo al futuro di Piazza Annonaria, le varie attività devono riuscire a mettersi in rete per affrontare insieme le nuove sfide che il mercato e il mondo di oggi lanciano.

Le persone in Piazzetta ci sono, ogni negozio ha i suoi clienti affezionati ma spesso ci sono dei pregiudizi che non permettono di scoprire cosa questo posto realmente offre. Samuele racconta di come spesso succeda che persone che comprano da loro la frutta e la verdura chiedano dove poter comprare della carne, non accorgendosi che a fianco al loro negozio c’è una macelleria (che non è più solo equina da almeno sei anni). Per questo motivo la volontà di Samuele e di sua moglie Martina, i più giovani qui in Piazza Annonaria, è di riuscire a fidelizzare le persone non tanto al loro negozio quanto piuttosto alla Piazza nel suo complesso.

Un esempio che Martina mi racconta è il caso delle consegne a domicilio, hanno deciso di riattivare questo servizio che una volta riscuoteva tanto successo e che, col passare del tempo, si era smesso di fare. Con la bicicletta o con l’auto Samuele porta in tutta Rovigo la loro frutta e verdura. Se si riuscisse però a creare un sistema, anche digitalizzato, che gestisse non solo la frutta e la verdura ma tutti i prodotti di Piazza Annonaria, questo porterebbe la clientela a vedere nella Piazza un unico gruppo di lavoro, una squadra che sa rispondere alla esigenze del mercato e offrire sempre nuovi servizi. Anche per quanto riguarda gli eventi che si svolgono qui l’idea di Martina segue la stessa linea:

Piazza Annonaria dovrebbe essere la protagonista dell’evento e non fungere semplicemente da raccoglitore o palcoscenico in cui l’evento si svolge.

L’Angolo Verde è gestito da Samuele, Martina, Rita – la titolare (e mamma di Martina) – ed Elena. Rita è arrivata in Piazza Annonaria perché gli ex titolari dell’attività erano suoi amici di sempre e ogni tanto le chiedevano un aiuto in negozio, per qualche ora.

Loro erano i miei amici storici, io avevo un’altra attività, poi mi hanno chiesto se li potevo aiutare qualche ora.

Anni dopo, quando gli ex titolari le chiesero se avesse voluto prendere in mano l’attività, Rita si confrontò con la famiglia e insieme a Martina e Samuele decise di intraprendere questa nuova avventura. Della presenza di Martina e Samuele ci si accorge ancor prima di  arrivare in negozio, gestiscono la pagina Facebook del negozio in maniera divertente e coinvolgente, dando consigli e rispondendo a tutti i clienti che chiedono informazioni. Hanno un approccio fresco e nuovo per un’attività tradizionale come la loro e questo – oltre alla qualità della frutta e della verdura – può essere decisamente un indizio di successo.