Creare un’installazione artistica
in sintonia con il territorio

25, 26 marzo 2017

Suonare la luce

Workshop di costruzione e sperimentazione del light-synth Lumanoise. Progettare e realizzare una live performance collettiva di luci e suoni inserita nel contesto ambientale.

Il workshop introduce i partecipanti alla sperimentazione sinestesica audiovisiva con dispositivi DIY e alle possibili applicazioni nelle arti digitali e performative, attraverso il campo dell’elettronica di base applicata al suono e alla performance audiovisiva.

La prima parte del workshop prevede una presentazione del collettivo Otolab e dei principali progetti di artisti di livello internazionale legati alla sinestesia audiovisiva e in particolare sul rapporto luce-suono. La seconda parte prevede la sperimentazione diretta dei partecipanti con strumenti e dispositivi messi a disposizione. Partendo dall’assemblaggio di componenti elettronici – forniti in un kit – si arriverà alla costruzione del proprio Lumanoise. Seguirà la sperimentazione con il proprio strumento auto costruito. Dopo una breve introduzione e dimostrazione, i partecipanti verranno guidati nell’uso del Lumanoise e nella sperimentazione audiovisiva per ottenere i suoni e i pattern ritmici che andranno a formare la tessitura del live, che si esprimerà in una performance collettiva di luci e suoni a Corte Carezzabella.

l workshop è rivolto a vari profili senza limiti di età: giovani creativi, studenti, artisti, designer, artigiani, professionisti e a chiunque sia interessato alla lettura, conoscenza, reinterpretazione artistica del territorio.

Visita anche il link di Otolab dedicato a “Suonare la luce”: www.otolab.net/educations/suonare-la-luce.

Avvertenza

L’utilizzo di luci stroboscopiche, anche di grande potenza, potrebbe causare problemi a persone sensibili alla stroboscopia o che hanno avuto problemi di epilessia, in questo caso sconsigliamo la partecipazione al workshop.


Iscrizioni



Iscrizione obbligatoria entro il 17 marzo 2017, i posti sono limitati.

Per partecipare è richiesto un contributo di 50 € per l’acquisto del kit light-synth Lumanoise che rimarrà di proprietà del partecipante.

Per iscriverti dovrei:

  • scrivere una email a associazionetumbo@gmail.com con oggetto: PARTECIPANTE WS SUONARE LA LUCE, ti confermeremo l’avvenuta iscrizione e ti chiederemo di provvedere al bonifico,
  • versare la quota di 50 € tramite bonifico a Tumbo – conto corrente n. 1000/2039 – Cassa di Risparmio del Veneto Agenzia di Rovigo via San Bellino – IBAN: IT 10 M062 2512 2041 0000 0002 039, inserendo coma causale WS ARA SUONARE LA LUCE – KIT LUMANOISE
  • per completare l’iscrizione ci dovrai inviare via email la ricevuta dell’avvenuto bonifico.
  • per chi avesse pagato e per motivi personali non potesse partecipare al workshop: il bonifico non verrà rimborsato ma il kit rimarrà di proprietà del partecipante che potrà riceverlo occupandosi personalmente a proprie spese del ritiro.

Vitto e alloggio sono esclusi.

È possibile pranzare nell’azienda agrituristica Corte Carezzabella al costo di 8 euro al giorno. Specificare se interessati o meno a questo servizio (si prega di comunicarlo al momento dell’invio dell’iscrizione al workshop).

Note tecniche



Luogo: Corte Carezzabella –  Via G. Marconi, 752, 45030 San Martino di Venezze (Rovigo)

Orari: 9.30-18.00

Cosa portare: personal computer e ogni altra attrezzatura propria utile al progetto (saldatore personale, personal computer, macchina fotografica,…).

Workshop

Docenti

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2017/01/Antonio-Cavadini-bn.jpg

Antonio

Cavadini (Otolab)

Antonio Cavadini (a.k.a Tonylight) designer di formazione, collabora con il collettivo Otolab dal 2004 come musicista e costruttore di dispositivi hardware audio e video.
Ha sviluppato e commercializzato il synth analogico Leploop, Lumanoise, Multicassa, Psicoscopio e 808 Cymbal Drone Generator.
 E’ docente presso l’accademia NABA di Milano e tiene numerosi workshop sulla costruzione dei dispositivi elettronici.
Ha tenuto diversi concerti ed esposizioni in festival e fiere nazionali ed internazionali,
dal 2005 dirige il MicroMilano_HQ.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2017/01/Luca-Pertegato-bn.jpg

Luca

Pertegato (Otolab)

Luca Pertegato (a.k.a. xo00), grafico, illustratore, pittore e incisore di formazione, da sempre appassionato di sonorità elettroniche e del rapporto sinestesico tra suoni, immagini e luce. Nel 2001 è co-fondatore del collettivo di sperimentazione audiovisiva otolab, dove inizia un percorso di ricerca nel campo della Performance Audiovisiva, partecipando alla realizzazione di numerosi live: tra i quali Megatsunami (2011), Derelicta (2012), Dystopia (2014) e Micropoint (2015). 
Ha progettato e/o collaborato alla realizzazione di installazioni audiovisive interattive, partecipato a numerose esposizioni collettive tra le quali: Quando l’occhio trema, Il flicker tra cinema, video e digitale, Vagina cosmica, DOCVA Documentation Center for Visual Arts, Milano (2009); Abstracta – International Abstract Cinema Exhibition, “Vagina cosmica” (Honorable mentions of the jury), Isola Tiberina, Roma (2009).
Docente dal 2005 di Performance Audiovisiva presso la scuola di Media Design della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, ha partecipato e organizzato numerosi seminari e laboratori presso istituzioni come L’Accademia di Belle Arti di Brera, la Facoltà di Design del Politecnico di Milano, l’ISIA di Urbino, lo IED Istituto Europeo di Design di Milano, la LABA di Brescia, e per festival dedicati alle arti elettroniche come il Muv Festival di Firenze, Imaginaria Film Festival di Bari, CMMAS Centro Mexicano para la Música y las Artes Sonoras di Morelia.Parigi, Città del Messico, Montreal e Oslo.

Location

Corte Carezzabella


Corte Carezzabella è un’azienda agrituristica che sorge a San Martino di Venezze, a ridosso del fiume Adige. L’azienda agricola coltiva vigneto, frutteto e ortaggi in circa 15 ettari secondo il regime biologico. Una parte del raccolto viene dedicata alla trasformazione, ottenendo prodotti quali vino, succhi, confetture e molto altro. L’agriturismo accoglie ospiti italiani e stranieri per vacanze nella natura, offre soggiorni di lavoro e servizi ristorativi. Inoltre Corte Carezzabella è fattoria didattica e svolge attività educative accompagnando bambini e giovani ala scoperta dell’agricoltura e della natura.