WORKSHOP

Ecco i docenti
che ci accompagneranno
alla scoperta del territorio

Docenti

Ara ha individuato un gruppo di professionisti per farsi guidare lungo il percorso di esplorazione del contesto rurale.
http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/mirko_balducci-1.jpg

Mirko

Balducci (Nefula)

Communication designer interessato al rapporto tra società, tecnologia e media, Mirko Balducci esplora le modalità in cui essi si influenzano a vicenda, lavorando al design di identità e processi e occupandosi di formazione. Dal 2015 è co-fondatore di Nefula.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/marta_cecconi.jpg

Marta

Cecconi (Nefula)

Marta Cecconi è una progettista, laureata presso ISIA di Firenze in design della comunicazione. Negli ultimi anni il suo interesse si è focalizzato sulla trasformazione dei processi cognitivi, in relazione al modificarsi delle modalità formative e all’evoluzione tecnologica.
Dal 2015 è co-fondatrice di Nefula, primo studio di Near Future Design in Italia, di cui è anche coordinatrice del programma formativo.


http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2016/08/ravalli.jpg

Antonio

Ravalli

Laureato all’Università di Firenze dal 1988 vive e lavora a Ferrara dove dirige un proprio studio di Architettura dal 1989. La propria ricerca si interessa essenzialmente dei processi di trasformazione del paesaggio urbano territoriale sia a livello di macroscala, dove l’architettura ha la possibilità di indagare e tentare di dare una risoluzione a diverse condizioni del reale, sia a livello di microscala. Su quest’ultimo piano ricerca nuove chiavi interpretative del sapere tradizionale tipico dell’architettura minore facendo particolare attenzione ai modelli insediativi classici del territorio padano.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/assisi.jpg

Mario

Assisi

Si forma presso la Facoltà di Architettura di Ferrara e la Delft University of Tecnology (NL). É socio fondatore dello studio INOUT architettura
che si occupa di architettura e paesaggio con cui ottiene numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Dal 2014 svolge il dottorato di ricerca in Architettura presso il Dipartimento di Architettura di Ferrara e la Polis University di Tirana.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/milani.jpg

Valentina

Milani

Si forma presso la Facoltà di Architettura di Ferrara e la Esquela Tecnica Superior de Arquitectura del Valles (ETSAV), Barcellona. É socio fondatore dello studio INOUT architettura che si occupa di architettura e paesaggio con cui ottiene numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Dal 2012 al 2014 è stata professore a contratto del modulo di Architettura del Paesaggio presso la Facoltà di Architettura di Ferrara e attualmente è presidente della Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio del Comune di Ferrara.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2017/01/Antonio-Cavadini-bn.jpg

Antonio

Cavadini (Otolab)

Antonio Cavadini (a.k.a Tonylight) designer di formazione, collabora con il collettivo Otolab dal 2004 come musicista e costruttore di dispositivi hardware audio e video.
Ha sviluppato e commercializzato il synth analogico Leploop, Lumanoise, Multicassa, Psicoscopio e 808 Cymbal Drone Generator.
E’ docente presso l’accademia NABA di Milano e tiene numerosi workshop sulla costruzione dei dispositivi elettronici.
Ha tenuto diversi concerti ed esposizioni in festival e fiere nazionali ed internazionali,
dal 2005 dirige il MicroMilano_HQ.


http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2017/01/Luca-Pertegato-bn.jpg

Luca

Pertegato (Otolab)

Luca Pertegato (a.k.a. xo00), grafico, illustratore, pittore e incisore di formazione, da sempre appassionato di sonorità elettroniche e del rapporto sinestesico tra suoni, immagini e luce. Nel 2001 è co-fondatore del collettivo di sperimentazione audiovisiva otolab, dove inizia un percorso di ricerca nel campo della Performance Audiovisiva, partecipando alla realizzazione di numerosi live: Quartetto.swf (vincitore del primo premio a Netmage nel 2002), Ethereal Sound System (2003), Duetto.swf (2003), Stare_Mesto (2003), Polystatic (2004), Hemline (2004), Nuke Belly Button (2006), Op7 (2006), Circo Ipnotico (2006), Barrio Gotico (2006), Phantastica (Delysid Trio) (2007),
Giardini Neri (2008), Shadowplay (2008), Sole Prismatico (2010), Phantasmata
(in collaborazione con Xname, (2010), Megatsunami (2011), Derelicta (2012),
Dystopia (2014) e Micropoint (2015).
Ha progettato e/o collaborato alla realizzazione di installazioni audiovisive interattive: Millepiani.swf (2003), V (2010) e Rotoscape (2011).
Ha partecipato a esposizioni collettive: “Otolab. Progetti audiovisivi 2001-2004”, Museo Laboratorio di arte Contemporanea all’Università “La Sapienza” di Roma (2004); eXperimenta, “Millepiani.swf” Castello di Piombino (2005); prog:ME, “Millepiani.swf” Rio de Janeiro (2005); Italian reinaissance, Reggio Emilia (2006); “op7”, Traffic Gallery, Bergamo (2007); Quando l’occhio trema, Il flicker tra cinema, video e digitale,
Vagina cosmica, DOCVA Documentation Center for Visual Arts, Milano (2009); Abstracta – International Abstract Cinema Exhibition, “Vagina cosmica” (Honorable mentions of the jury), Isola Tiberina, Roma (2009).
Docente dal 2005 di Performance Audiovisiva presso la scuola di Media Design della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, ha partecipato e organizzato numerosi seminari e laboratori presso istituzioni come L’Accademia di Belle Arti di Brera,
la Facoltà di Design del Politecnico di Milano, l’ISIA di Urbino, lo IED Istituto Europeo di Design di Milano, la LABA di Brescia, e per festival dedicati alle arti elettroniche come
il Muv Festival di Firenze, Imaginaria Film Festival di Bari, CMMAS Centro Mexicano
para la Música y las Artes Sonoras di Morelia.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/andrea.efferao_avatar_1415005141-512x512-bn.jpg

Andrea

Fasolo Rao

Andrea è attualmente un programmatore e designer freelance, dopo aver collaborato in Italia e all’estero con studi di design, new media e architettura; interessato principalmente alla progettazione e allo sviluppo di progetti interattivi, audio, video e di physical computing.
Ha conseguito nel 2016 la Laurea in Musica e Nuove Tecnologie presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza, e la Laurea magistrale in Design della Comunicazione Visiva e Multimediale presso l’università Iuav di Venezia, con una tesi sull’impiego dei new media per la visualizzazione di dati.

http://www.tumbo.it/ara/wp-content/uploads/2015/12/PastedGraphic-1-bn.png

Davide

Tiso

Svolge la propria attività in diversi campi in qualità di service designer, interactive multimedia designer, sound designer.

È docente in “Multimedialità” presso il Conservatorio di musica “A. Pedrollo” di Vicenza e in “Interaction Design” e “Sound Design” presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Nel 2008 fonda Audiofficine, società che si occupa di formazione in ambito musicale.

Nel 2013 fonda see-d, società di design. seed / see-design / see-digital

Diplomato in Pianoforte (con il Maestro Giorgio Vianello) e Musica Elettronica (con il Maestro Alvise Vidolin) presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con il massimo dei voti, cura la regia del suono e il live elecrtonics in numerose produzioni, crea opere musicali, colonne sonore per il cinema e realizza performance interattive e installazioni multimediali.

Ha collaborato e collabora con numerosi compositori quali Giorgio Battistelli, Adriano Guarnieri, Claudio Ambrosini, Giacomo Manzoni, Fabio Vacchi, Stefano Scodanibbio, Stefano Taglietti, Paolo Furlani, Carlo De Pirro, Pietro Pirelli.

Svolge la propria attività presso importanti istituzioni come l’Opera National du Rhin di Strasburgo, Teatro Odéon du Paris, De Vlaamse Opera di Anversa, Almeida Theatre di Londra, Teatro La Fenice di Venezia, Fondazione La Biennale di Venezia, Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, Ravenna Festival, Maggio Musicale Fiorentino, ORT Orchestra Regionale della Toscana, Fondazione Musica per Roma, Brisbane Festival Australia, Festival Internacional Musica y Escena (Messico).